Empowering the breakthrough generation

 
Condividi questa pagina con:
 

Raccomandare questa pagina

shutterstock_389737432

Nel 2017 UniCredit Foundation ha rinnovato l’impegno a favore della Strategia di Mozaik Foundation Empowering the breakthrough generation in Bosnia and Herzegovina a favore dei giovani imprenditori sociali. L’intervento si sviluppa in un articolato programma di supporto tecnico e finanziario da realizzarsi attraverso la promozione dell’impresa sociale, sia come mezzo di attivazione e crescita individuale, sia come leva per l’innovazione e lo sviluppo del tessuto locale.

 

Nata nel 2000, Mozaik Foundation è oggi un punto di riferimento per l’economia sociale in Bosnia ed Erzegovina, oltre a essere riconosciuta tra i maggiori attori impegnati nel Terzo settore europeo. Con l’obiettivo di supportare lo sviluppo dell’impresa sociale UniCredit Foundation ha avviato la collaborazione con Mozaik Foundation nel 2012.

 

L’ultimo intervento finanziato, denominato Strategia, ha un orizzonte temporale decennale (2015-2025) ed è stato sviluppato da Mozaik Foundation, partendo dalle esperienze pregresse e dall’analisi del contesto e dei bisogni. Nel Paese, infatti, la disoccupazione rimane tra le più alte in Europa (38,81%, dato Agenzia nazionale di statistica aggiornato a novembre 2017). Così, come avvenuto in occasione del primo ciclo (2016-2017), anche per la stagione 2017-2018 UniCredit Foundation sosterrà la realizzazione del programma in relazione ai quattro obiettivi su cui esso si focalizza.

 

Ad oggi sono quattro le imprese sociali selezionate per partecipare al programma.

  • Play Learn Grow. Questa realtà fondata nella municipalità di Tešanj (area nord-orientale del Paese) si dedica al design e alla produzione di carte da gioco ideate per accompagnare lo sviluppo cognitivo dei bambini delle scuole materna e primaria. Le carte sono state prodotte anche in alfabeto cirillico in modo da favorirne la diffusione su larga scala. Esistono due versioni del gioco: il modello base e quello avanzato. Il primo è stato distribuito in modo gratuito, affinché fosse disponibile anche per le fasce più bisognose della popolazione.
  • Steady Hand. L’obiettivo di questa nuova impresa sociale è l’assistenza alle persone anziane in tre diverse aree del Paese: Bosanska Krupa, Bihać e Cazin. Il miglioramento della vita domestica è il target dell’intervento, che si sviluppa supportando le attività di casa e offrendo un servizio di caregiving notturno.
  • Agrorevolution. L’obiettivo di questa start-up, con sede a Cazin, è quello di produrre carne di manzo di qualità, coinvolgendo nel processo tutti i produttori della filiera locale e contribuendo, così, alla riduzione della disoccupazione nel territorio.
  • Superwoman. Questa impresa sociale opera nella municipalità di Zvornik, una delle zone con un tasso di disoccupazione tra i più alti in Bosnia ed Erzegovina. Il progetto si rivolge a donne con più di 40 anni con basso livello di istruzione. Lo scopo è quello di garantire opportunità di reddito, offrendo impiego in servizi di pulizia. Il programma di Mozaik Foundation e le attività di selezione e incubazione dei progetti si snodano durante tutto l’anno, con l’obiettivo di ampliare progressivamente il numero di imprese sociali sostenute in Bosnia ed Erzegovina.

PIC

Samira Nuhanović-Ribić, Social Business Incubator Director, Mozaik
“Il nostro programma è rivolto al potenziamento dei giovani che desiderano avviare un’impresa sociale. Con una peculiarità: noi riteniamo che la chiave di volta sia quella di valorizzare e creare un ecosistema appropriato per l’imprenditore prima ancora che per la sua idea”.