Italia - Prove Aperte - Filarmonica della Scala

 
Condividi questa pagina con:
 

Raccomandare questa pagina

filarmonica
_MG_1514

Prove Aperte della Filarmonica della Scala è il progetto di responsabilità sociale, giunto quest’anno alla undicesima edizione, nato dalla sinergia tra istituzioni pubbliche e private, società civile e associazioni cittadine, in cui la musica diventa strumento di condivisione per un obiettivo di respiro sociale.

Le prove di alcuni concerti in programma nella stagione 2020 di Filarmonica, infatti, saranno aperte al pubblico e a prezzi contenuti, e il ricavato devoluto a quattro organizzazioni non profit che a Milano ospitano le famiglie di minori, provenienti da tutta Italia, ricoverati nei più importanti ospedali milanesi.

L’iniziativa Prove Aperte è resa possibile grazie alla disponibilità dei musicisti dell’orchestra, dei direttori e dei solisti, alla collaborazione tra il Teatro alla Scala, il Comune di Milano e il Main Partner UniCredit insieme a Esselunga; grazie infine al sostegno di UniCredit Foundation, che individua l’area d’intervento, valuta i progetti delle organizzazioni non profit e copre i costi organizzativi.

L’ambito di intervento scelto dalla Fondazione per il triennio 2019 – 2021 è quello del sostegno all’infanzia. In particolare, i fondi raccolti attraverso le Prove Aperte per la stagione 2019/2020 andranno a sostenere organizzazioni impegnate a offrire ospitalità a tutti coloro che accompagnano e assistono bambini e giovani pazienti ricoverati presso strutture sanitarie milanesi.

 L’impegno a favore dell’infanzia attraverso le Porte Aperte completa una serie più ampia e articolata di iniziative portate avanti con crescente impegno di UniCredit Foundation in questo ambito e conferma la vicinanza della Fondazione ai territori e alle sue comunità di riferimento.


Il successo che l’iniziativa ha raggiunto in questi anni è testimoniato dalla sempre numerosa presenza di pubblico e dall’incremento costante del tasso di fidelizzazione: anche l’edizione 2019 ha fatto registrare il tutto esaurito in ogni serata, per un totale di 9.800 spettatori con un importo complessivo devoluto alle quattro organizzazioni beneficiarie della scorsa edizione di € 120.000

Calendario Prove Aperte 2019-2020

Programma Prove Aperte 2019 - 2020

 

Beneficiari

Nel 2019 sono state sostenute quattro iniziative legate all’ambito dell’infanzia .  Di seguito un breve profilo delle organizzazioni e dei progetti selezionati.

OBM Ospedale dei Bambini di Milano

L’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano è da 100 anni a Milano, in Lombardia e in tutta Italia, centro di riferimento per l’assistenza specialistica in campo materno infantile. Ogni anno partoriscono oltre 3.500 donne e vengono curati in Terapia Intensiva Neonatale quasi 400 bambini prematuri. Dal 2004 OBM Onlus opera a 360° con l’obiettivo di stare accanto agli oltre 550.000 bambini e mamme che accedono a un ospedale così importante, cercando di rendere meno traumatico l’impatto di bambini e familiari con la malattia e di ridurre il loro disagio durante il soggiorno al Buzzi.

L’Associazione si dedica al supporto assistenziale alle famiglie, tramite attività di sostegno psicologico e di ospitalità, e all’umanizzazione dell’ospedale, attraverso la creazione di spazi ludici e l’applicazione dei più aggiornati metodi di accoglienza e intrattenimento. Promuove inoltre lo sviluppo tecnologico dell’ospedale attraverso l’acquisizione di strumentazioni mediche e diagnostiche e l’innovazione tecnologica come strumento per realizzare una cura di alto livello e di sempre maggior efficacia.

Fondazione Visitatrici per la Maternità

Nata nel 1924 su impulso del Prof. Luigi Mangiagalli e grazie alla lungimiranza di generose signore milanesi, la Fondazione offre assistenza fisica, morale ed economica a tantissime donne che incontrano gravi problemi in un momento così importante come la nascita di un figlio. Le volontarie “visitatrici” operano nel Pronto Soccorso e nei reparti della Maternità del Policlinico di Milano in stretta collaborazione col personale medico e paramedico, oltre che con le assistenti sociali. Negli anni hanno seguito l’evoluzione delle problematiche

che coinvolgono le donne nel delicato momento della gestazione, del parto e del puerperio.

Oltre a distribuire gratuitamente alle mamme in difficoltà generi di prima necessità per i bambini fino a 6 mesi, come latte in polvere, pannolini e corredini, la Fondazione promuove all’interno del Policlinico progetti mirati come la donazione di apparecchi medici o iniziative di umanizzazione tecnologica e pittorica.

Pio Istituto di Maternità Onlus

Il Pio Istituto di Maternità (PIM) è un’associazione che opera a favore dei minori in stato di disagio e delle loro famiglie. Nato nel 1850, il PIM agisce in diversi ambiti avvalendosi della collaborazione di volontari e professionisti che condividono come primo obiettivo quello di destinare ogni risorsa possibile alle famiglie in difficoltà.

L’associazione si impegna a migliorare la qualità della vita delle famiglie e delle donne, in particolare di quelle più bisognose, attraverso numerosi progetti: dalla realizzazione di spazi di socializzazione e ricreazione, come parchi e asili, alla distribuzione di abiti usati, al sostegno delle future ragazze madri, fino all’housing sociale.

LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori

Fondata nel 1948, LILT Milano opera sul territorio affrontando il problema cancro nella sua globalità, attraverso molteplici servizi offerti alla popolazione nell’ambito della prevenzione, della diagnosi precoce e dell’assistenza, supportata dall’ausilio di oltre 700 volontari appositamente formati.

Nella sua lotta contro il cancro, l’associazione si impegna nell’informazione e

sensibilizzazione della popolazione mirate a promuovere l’adozione di un corretto stile di vita, nell’offerta di servizi di diagnosi precoce attraverso gli Spazi Prevenzione a Milano e provincia, nell’assistenza socio-sanitaria agli adulti e ai bambini e nel finanziamento della ricerca clinica ed epidemiologica.

Scarica la brochure ufficiale di prove aperte  2019-2020

Dieci anni di Prove Aperte: un impegno concreto

_MG_2706

 

Il ciclo delle Prove Aperte nato nel 2010 dalla collaborazione tra Filarmonica della Scala, Comune di Milano, il Main Partner UniCredit e UniCredit Foundation, in otto anni ha coinvolto oltre 78.000 spettatori e devoluto più di 1 milione e 100 mila euro a progetti per il sociale di tante organizzazioni non profit milanesi.

 

Ne hanno beneficiato: nel 2010 Fondazione Don Gnocchi, Fondazione Arché, Casa della Carità e Fondazione Floriani; nel 2011 Comunità Nuova, Vidas, Centro per anziani “Ercole Ratti”, Scuola Italiana di Senologia e Opera San Francesco per i Poveri; nel 2012 OBM Onlus, CasAmica, Bambinisenzasbarre, COMIN; nel 2013 Opera Cardinal Ferrari, Centro Francescano Maria della Passione, Cena dell’Amicizia e Pane Quotidiano; nel 2014 Caritas Ambrosiana, Auser Volontariato Milano, Fondazione Progetto Arca, Associazione Seneca; nel 2015 UILDM Milano, HANDICAP...su la testa!, Associazione iSemprevivi+onlus, Progetto Itaca; nel 2016 Fondazione IEO - CCM, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta, Fondazione Centro San Raffaele, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori; nel 2017 La Strada Onlus, La Lanterna Onlus, Amici di Edoardo Onlus e Azione Solidale Onlus. Nel 2018, infine, hanno beneficiato delle Prove Aperte Società Umanitaria, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Cooperativa Sociale Eureka! e Società di San Vincenzo De Paoli, che si occupano del benessere e della qualità di vita della terza età.

Il progetto si realizza col Patrocinio del Comune di Milano. ViviMilano e Radio Popolare sono Media Partner dell’iniziativa. Il coordinamento generale è affidato ad Aragorn.

 

Al progetto della Filarmonica della Scala hanno aderito generosamente alcuni dei più prestigiosi musicisti del nostro tempo tra i quali Marc Albrecht, Daniel Barenboim, Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Ottavio Dantone, Christoph Eschenbach, Daniele Gatti, Valery Gergiev, Daniel Harding, Fabio Luisi, Zubin Mehta, Gianandrea Noseda, Andrés Orozco-Estrada, Georges Prêtre oltre ai musicisti dell’Orchestra. Il livello altissimo degli artisti coinvolti ha fatto delle Prove Aperte anche un’occasione straordinaria di accesso alla Scala a prezzi contenuti per un vasto pubblico di appassionati di musica, che possono incontrare gli artisti prima dell’inizio ed essere introdotti all’ascolto.

partner

 

Partner : filarmonica della scala