Prove aperte: musica per il non profit

 
Condividi questa pagina con:
 

Raccomandare questa pagina

Le Prove Aperte della Filarmonica della Scala, giunte quest’anno alla loro decima edizione, sono ormai riconosciute come un modello efficace di sostegno al non profit grazie alla proficua sinergia tra pubblico, privato e associazioni cittadine che operano nel sociale.

Intorno alle Prove Aperte si ritrova infatti un’intera comunità, partecipe di un progetto pensato per sostenere, attraverso la musica, realtà virtuose che operano ogni giorno per migliorare il tessuto sociale della città. È grazie alla rinnovata adesione degli abbonati nelle passate edizioni che è già stato superato il significativo traguardo di un milione di euro devoluti a progetti di utilità sociale.

Ciò grazie alla generosa partecipazione dei musicisti dell’orchestra, dei direttori e dei solisti; alla collaborazione tra il Teatro alla Scala, il Comune di Milano, il Main Partner UniCredit ed Esselunga che da quest’anno si è unita al progetto, ed al sostegno di UniCredit Foundation che individua l’area d’intervento, valuta i progetti delle organizzazioni non profit e copre i costi organizzativi.

 

Il successo che l’iniziativa ha raggiunto in questi anni è testimoniato dalla sempre numerosa presenza di pubblico e dall’incremento costante del tasso di fidelizzazione: anche l’edizione 2018 ha fatto registrare il tutto esaurito in ogni serata, per un totale di 9.800 spettatori con un importo complessivo devoluto alle quattro organizzazioni beneficiarie della scorsa edizione di € 120.000

 

L’area di intervento  per la decima edizioni delle Prove Aperte, è il sostegno alla realizzazione di spazi sicuri per nuclei mamma-bambino, aree gioco adeguate a bambini con disabilità e laboratori esperienziali per adolescenti particolarmente fragili. (Per maggiori informazioni v. il Calendario allegato.)  promosse da quattro  organizzazioni:

Fondazione Arché Onlus;

Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" Onlus;

Associazione l’Abilità Onlus;

Fondazione L’Aliante Onlus.

 

Il nuovo ciclo 2018-2019 presenta ancora una volta cinque appuntamenti, di cui il primo interamente gratuito e dedicato alla città.

 

La prova inaugurale gratuita, in programma domenica 11 novembre alle ore 19.30 al Teatro alla Scala, sarà dedicata alla città, e destinata in particolare alle persone seguite dai servizi sociali del Comune di Milano. Dirigerà il maestro Riccardo Chailly, con Maxim Vengerov violino solista.

 

I quattro appuntamenti a pagamento destinati alla raccolta fondi sono: la prova di domenica Domenica 10 marzo 2019 diretto da Edward Gardner, con Igor Levit al pianoforte, a favore  di Fondazione Arché; Domenica 14 aprile 2019, diretto da Myung-Whun Chung, con Sergey Khachatryan al violino ed a favore di Casa della Carità prove e  Domenica 28 aprile 2019 prove dirette da Riccardo Chailly, con Emmanuel Tjeknavorian al violino a favore d ella Fondazione  L’abilità.

 

I carnet sono in vendita da mercoledì 31 ottobre 2018: da 20€ a 140€ (esclusi diritti di prevendita).

I biglietti singoli  sono in vendita da mercoledì 9 gennaio 2019: da 5€ a 35€ (esclusi diritti di prevendita).

Informazioni e prevendita telefonica: 02 465 467 467 (da lunedì a venerdì ore 10/13 e 14/17

 

 

Calendario Prove Aperte 2018-2019

Programma Prove Aperte 2017



Domenica 11 novembre 2018, ore 19.30

Anteprima a invito

Riccardo Chailly, direttore
Maxim Vengerov, violino

Šostakovič, Concerto n.1 in la minore op.77
Bartók, Concerto per orchestra



Domenica 10 marzo 2019, ore 19.30

A favore di Fondazione Arché
Edward Gardner, direttore
Igor Levit, pianoforte

Janáček, Jealousy, Prelude dall’opera Jenufa
Beethoven, Concerto n.4 in sol maggiore op.58 per Pianoforte e Orchestra
Dvořák, Sinfonia n.7 in re minore op.70


Domenica 14 aprile 2019, ore 19.30
A favore di Casa della Carità
Myung-Whun Chung, direttore
Sergey Khachatryan, violin
o
Bruch, Concerto n.1 in sol minore op.26 per Violino e Orchestra
Mahler, Sinfonia n.1 in re maggiore “Titan”



Domenica 28 aprile 2019 ore 19.30

A favore di L’abilità
Riccardo Chailly, direttore
Emmanuel Tjeknavorian, violino

Sibelius, Concerto in re minore op.47 per Violino e Orchestra
Brahms, Sinfonia n.1 in do minore op.68


Sabato 12 ottobre 2019 ore 19.30
A favore di Fondazione L’aliante
Daniel Harding, direttore
Isabelle Faust, violino

Britten, Concerto in re minore op.15 per Violino e Orchestra
Berlioz, Sinfonia Fantastica op.14

Dieci anni di Prove Aperte: un impegno concreto

 

Il ciclo delle Prove Aperte nato nel 2010 dalla collaborazione tra Filarmonica della Scala, Comune di Milano, il Main Partner UniCredit e UniCredit Foundation, in otto anni ha coinvolto oltre 78.000 spettatori e devoluto più di 1 milione e 100 mila euro a progetti per il sociale di tante organizzazioni non profit milanesi.

 

Ne hanno beneficiato: nel 2010 Fondazione Don Gnocchi, Fondazione Arché, Casa della Carità e Fondazione Floriani; nel 2011 Comunità Nuova, Vidas, Centro per anziani “Ercole Ratti”, Scuola Italiana di Senologia e Opera San Francesco per i Poveri; nel 2012 OBM Onlus, CasAmica, Bambinisenzasbarre, COMIN; nel 2013 Opera Cardinal Ferrari, Centro Francescano Maria della Passione, Cena dell’Amicizia e Pane Quotidiano; nel 2014 Caritas Ambrosiana, Auser Volontariato Milano, Fondazione Progetto Arca, Associazione Seneca; nel 2015 UILDM Milano, HANDICAP...su la testa!, Associazione iSemprevivi+onlus, Progetto Itaca; nel 2016 Fondazione IEO - CCM, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta, Fondazione Centro San Raffaele, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori; nel 2017 La Strada Onlus, La Lanterna Onlus, Amici di Edoardo Onlus e Azione Solidale Onlus. Nel 2018, infine, hanno beneficiato delle Prove Aperte Società Umanitaria, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Cooperativa Sociale Eureka! e Società di San Vincenzo De Paoli, che si occupano del benessere e della qualità di vita della terza età.

Il progetto si realizza col Patrocinio del Comune di Milano. ViviMilano e Radio Popolare sono Media Partner dell’iniziativa. Il coordinamento generale è affidato ad Aragorn.

 

Al progetto della Filarmonica della Scala hanno aderito generosamente alcuni dei più prestigiosi musicisti del nostro tempo tra i quali Marc Albrecht, Daniel Barenboim, Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Ottavio Dantone, Christoph Eschenbach, Daniele Gatti, Valery Gergiev, Daniel Harding, Fabio Luisi, Zubin Mehta, Gianandrea Noseda, Andrés Orozco-Estrada, Georges Prêtre oltre ai musicisti dell’Orchestra. Il livello altissimo degli artisti coinvolti ha fatto delle Prove Aperte anche un’occasione straordinaria di accesso alla Scala a prezzi contenuti per un vasto pubblico di appassionati di musica, che possono incontrare gli artisti prima dell’inizio ed essere introdotti all’ascolto.