Bando UniCredit Carta E 2015

 
Condividi questa pagina con:
 

Raccomandare questa pagina

Visore_Bando_15_nolink

Anche per il 2015 UniCredit Foundation promuove il Bando UniCredit Carta E "Strategie di coesione sociale a favore della Terza età" che assegnerà fondi per un totale di 500.000 euro suddivisi tra le sette onlus che avranno presentato i migliori progetti in termini di sostegno alla Terza età.

 

Fino al 29 febbraio 2016 sarà possibile presentare i progetti per accedere ai fondi del Bando, messi a disposizione grazie a UniCreditCard Flexia Classic E, la carta di credito che, senza alcun costo aggiuntivo per il titolare, accantona il 2 per mille di ogni spesa effettuata per sostenere progetti di solidarietà.

 

Il Bando erogherà Sette contributi da 60.000 euro ciascuno per altrettante organizzazioni non profit distribuite sul territorio in corrispondenza della suddivisione geografica di UniCredit in Italia, che potranno ricevere ulteriori 80.000 euro, ripartiti in quota proporzionale, grazie all’iniziativa interna Your Choice, Your Project, che ancora una volta chiamerà i dipendenti di UniCredit a votare i progetti che ritengono più meritevoli tra quelli vincitori.

 

Come per le edizioni precedenti del Bando UniCredit Carta E, i progetti pervenuti verranno esaminati e selezionati dal Comitato Carta Etica, interno a UniCredit, in collaborazione con il Cergas dell’Università Bocconi di Milano.

 

Dal 2011 a oggi il Bando UniCredit Carta E ha sostenuto con circa 2,5 milioni di Euro 26 progetti sul territorio nazionale riguardanti soprattutto due ambiti di intervento: il sostegno alle persone anziane in  condizione di disagio economico, sociale o sanitario e il supporto all'imprenditorialità sociale e all’occupazione dei giovani.

I 7 PROGETTI VINCITORI

Area Nord Ovest - Novi Ligure (AL)

Progetto: Resto a casa

Sperimentazione della formula "badante di condominio" a Novi Ligure (AL)

Organizzazione: Azimut Cooperativa Sociale di Solidarietà

Contributo complessivo assegnato: 84.381 Euro

 

Area Lombardia - Como

Progetto: Condominio solidale
Miglioramento del contesto abitativo e relazionale di un quartiere di Como attraverso attività comuni, servizi e reti relazionali

Organizzazione: Piccola Casa Federico Ozanam

Contributo complessivo assegnato: 67.177 Euro

 

Area Nord Est - Verona

Progetto: Housing sociale
Prima sperimentazione di Housing Sociale per anziani a basso reddito a Verona
Organizzazione: Consorzio Sol.Co. Verona

Contributo complessivo assegnato: 70.094 Euro

 

Area Centro Nord - Osimo (AN)

Progetto: Abitare solidale
Progetto pilota di coabitazione solidale nella città di Osimo (AN), dedicato ad anziani a basso reddito

Organizzazione: Auser Volontariato Marche

Contributo complessivo assegnato: 66.927 Euro

 

Area Centro - Latina

Progetto: Nonni protagonisti
Anziani protagonisti in iniziative di volontariato attivo che favoriscano il coinvolgimento intergenerazionale a Latina

Organizzazione: Cooperativa Sociale Nuova Era Onlus

Contributo complessivo assegnato: 62.734 Euro

 

Area Sud - Napoli

Progetto: Nonno è bello!
Coinvolgimento di anziani non autosufficienti a Napoli, promuovendone un ruolo attivo nella società

Organizzazione: Figli in famiglia Onlus

Contributo complessivo assegnato: 71.005 Euro

 

Area Sicilia - Paternò (CT)

Progetto: Attivare la mente
Sostegno agli anziani affetti da patologie neurodegenerative e alle loro famiglie a Paternò (CT)

Organizzazione: Associazione Alzheimer Paternò

Contributo complessivo assegnato: 77.682 Euro

FAQ (Domande frequenti)

1) Chi può presentare un progetto?

Requisiti di ammissibilità

Possono presentare domanda di partecipazione al Bando solamente le organizzazioni che:
a) abbiano ottenuto la qualifica ONLUS o siano ONLUS di diritto (es. cooperative sociali)
b) la cui data di costituzione sia antecedente al 15 dicembre 2013.

Le ONLUS richiedenti possono risiedere su tutto il territorio italiano.

Le 7 classifiche che verranno stilate, corrispondenti alle 7 aree territoriali delineate dal Bando, si baseranno sulla sede di attuazione del progetto qualora questa differisca dalla sede legale.

 

Ogni ONLUS può presentare una sola proposta progettuale. L’ente proponente non può essere un partenariato.

 

Sono ammessi progetti che abbiano una durata compresa tra 18 e i 24 mesi e la cui data di inizio sia compresa tra luglio e ottobre 2016.

 

2) Come è possibile richiedere un contributo?

Modalità di partecipazione

Qualora si possiedano tutti i requisiti necessari, è possibile inviare la propria proposta progettuale unicamente utilizzando l’applicativo on line presente sul sito di UniCredit Foundation www.unicreditfoundation.org.

 

La proposta progettuale deve essere inoltrata entro e non oltre le ore 12:00 del 29 febbraio 2016.

Non verranno prese in considerazione le candidature pervenute in altro modo oppure oltre i termini stabiliti.

 

L’applicativo on-line, tramite apposito form, permetterà di inserire le informazioni relative all’organizzazione proponente e tutti i dettagli progettuali; non sarà invece possibile inviare allegati aggiuntivi. UniCredit Foundation si riserva di richiedere ulteriore documentazione nel corso del processo di selezione.

Si consiglia di far riferimento alla Nota Metodologica per le informazioni dettagliate e la guida alla compilazione.

 

3) Posso partecipare al Bando se ho già ricevuto finanziamenti da UniCredit Foundation?

Sì, è possibile candidare il proprio progetto anche se si è già risultati beneficiari di un finanziamento da parte di UniCredit Foundation.             

 

4) Sono previsti vincoli per la redazione del budget di progetto?

Co-finanziamento e budget 

Il valore economico del progetto deve essere almeno pari al contributo di UniCredit Foundation (Euro 60.000).

Non è obbligatorio un cofinanziamento, tuttavia la capacità di investire altre risorse, proprie o provenienti da contributi di enti pubblici o privati, sarà valutata positivamente.

 

Nella compilazione del budget progettuale non sarà possibile valorizzare economicamente beni e servizi ricevuti a titolo gratuito, beni di proprietà dell’organizzazione, il lavoro prestato gratuitamente dai volontari.

Si consiglia di leggere con attenzione la Nota Metodologica per maggiori informazioni.

 

5) Come saranno erogati i contributi?

Modalità di erogazione dei contributi

 

Il Comitato Carta E, interno ad UniCredit, con la partecipazione di esperti esterni e con il supporto di un team di valutatori, sceglierà in modo insindacabile il miglior progetto per ognuna delle 7 aree territoriali. Entro il 13 maggio 2016 saranno pubblicati sul sito web di UniCredit Foundation i nomi delle 7 organizzazioni selezionate, alle quali sarà assegnato un contributo pari a Euro 60.000.

 

Successivamente, i 7 progetti prenderanno parte all’iniziativa “Your Choice, Your Project – Italia” attraverso la quale tutti i dipendenti italiani di UniCredit potranno votare il progetto preferito. Un ulteriore premio pari a 80.000 Euro complessivi verrà ripartito tra i 7 progetti vincitori proporzionalmente ai voti ricevuti.

 

Le erogazioni a favore delle organizzazioni vincitrici avverranno nei modi e nei tempi regolati con apposita convenzione firmata con UniCredit Foundation.

La richiesta di rimborso potrà essere presentata solo a fronte della rendicontazione dell'avvenuta spesa. Non sarà in alcun caso possibile rendicontare spese sostenute prima della firma della convenzione.

 

6) E’ possibile candidarsi come consorzio?

Sì, inserendo solo le informazioni relative al consorzio stesso e non quelle relative ai suoi membri. 

 

7) E’ possibile candidarsi come rete?

No: il proponente, pur prevedendo la realizzazione dell’iniziativa proposta in partnership con altri soggetti, deve essere un soggetto singolo. 

 

8) In quale voce si inseriscono i costi di attività legate al fund raising?

I costi legati alle attività di fund raising vanno nella voce “altro”.

 

9) Dove si inseriscono i costi relativi alle consulenze di società esterne?

I costi relativi alle consulenze di società esterne si inseriscono in “altro”.

 

10) Dove si inseriscono il rimborso chilometrico e il rimborso del carburante per i volontari?

Questi costi si inseriscono in “altro”.

 

11) Come si indica un cofinanziamento?

Il cofinanziamento si indica in “Contributi da terzi esclusa UniCredit Foundation”.

 

12) In quante tranches verrà erogato l’eventuale contributo?

Le erogazioni a favore delle organizzazioni non profit vincitrici avverranno nei modi e nei tempi regolati con apposita convenzione firmata da UniCredit Foundation all’interno della quale saranno specificati: tranches e tempistica dell’erogazione, strumenti di monitoraggio in itinere e finale dei risultati, estremi per il ricorso a eventuali sospensioni o revoca del contributo, ecc.

 

13) Contatti utili

Al momento della registrazione ogni organizzazione riceve username e password personali.

 

Per eventuali problemi di natura tecnica che intercorrano nel corso della compilazione è necessario rivolgersi ad UniCredit Foundation esclusivamente attraverso l’indirizzo di posta elettronica bandoitalia@unicreditfoundation.org.

 

Per qualsiasi dubbio circa la compilazione della domanda on-line si invita alla lettura delle FAQ e della presente nota metodologica. Eventuali quesiti e richieste di chiarimento su questioni non affrontate nella nota metodologica potranno pervenire ad UniCredit Foundation esclusivamente attraverso l’indirizzo di posta elettronica segnalato.

UniCreditCard Flexia Classic E

carta_e

Grazie a UniCreditCard Flexia E (c.d Carta Etica) UniCredit ha raccolto fino ad oggi più di 15 milioni di Euro e finanziato così oltre 400 progetti di solidarietà sociale a carattere locale e nazionale. Solo nel 2014, il Fondo Carta Etica ha permesso di sostenere 116 progetti a livello territoriale, con un contributo complessivo di 1,3 milioni di Euro al quale si aggiungono i fondi messi a disposizione per il Bando Carta Etica e le campagne periodiche di solidarietà a favore del Non Profit.

 

Anche per il 2015, UniCredit ha stanziato 2 milioni di euro del Fondo Carta Etica per le diverse iniziative di solidarietà.